Loading, please wait...
Loading, please wait...
 
Ricordami
 
Accesso al tuo account o acquista come ospite?
 
Ricordami
 
Registrati | Recupera l'account
Chiudi
It
En
Accesso Accesso Registrati Registrati
CARRELLO
0
Articoli

Come scegliere il colore delle tende: le 3 regole fondamentali

Scegliere le tende del giusto colore non è affatto una questione di fortuna, ma un’arte che può essere imparata. Oltre a tenere in considerazione quanto il colore scelto incida su dimensioni, stile e luminosità di una stanza, come ho spiegato nel precedente articolo, oggi ti svelo le tre regole fondamentali per scegliere il colore perfetto per le tue tende. Continua a leggere!  

Regola #1
A ogni ambiente il suo colore

come scegliere il colore delle tende

 

Per scegliere il colore giusto delle tende la prima domanda che devi rivolgere a te stessa è:

Quale stanza devo arredare? 

Lo stesso colore in due ambienti diversi ha due impatti differenti, sia estetici che psicologici. Una tenda arancione, ad esempio, sembra nata apposta per dare calore alla cucina, ma prova a metterla in camera da letto e poi ne riparliamo 😉

Camera da letto

La stanza da letto è dedicata al riposo e meno distrazioni racchiude più il riposo è garantito. Via libera quindi ai colori tenui e alle tinte unite come il bianco e tutte le sue variazioni – panna, avorio, crema, beige – ma andranno benone anche il rosa e l’azzurro. Da evitare come la peste i colori forti, le fantasie troppo eccentriche, i contrasti netti con gli altri elementi dell’arredamento e, nel caso di tende con bordi, tra interno ed esterno della tenda.
I fiori rallegrano l’animo a tutti ma evita di trovarti avvolta da girasoli e roselline mentre cerchi di abbandonarti tra le braccia di Morfeo, perché è probabile che l’abbandono diventerebbe presto una battaglia!

Cucina

Vendica la sobrietà a cui ti ha costretta la camera da letto sfogandoti in cucina: qui è (quasi) tutto concesso. Via libera ad arancione, giallo e verde, non solo nelle tonalità tenui ma anche – anzi, soprattutto – nelle versioni più brillanti. Bene le tinte unite e i colori inusuali come il verde salvia e la carta da zucchero ma ancora meglio le tende a fiori, a quadretti, a righe e a (quasi) tutto quello che la fantasia suggerisce. Perfetti anche i ricami, i pizzi e gli intarsi.
Insomma, se proprio non riesci a rinunciare all’idea di circondarti di pupazzetti e coccinelle sfogati in cucina una volta per tutte!

Salotto

Il salotto e il soggiorno devono restituire un senso di accoglienza. È qui che riceverai gli ospiti, qui che trascorrerai il tempo libero guardando la televisione o leggendo un buon libro. Per trasmettere questa atmosfera a tutto l’ambiente, i colori “caldi” sono perfetti. Attingi senza paura alle tonalità del rosa, del giallo e dell’arancione, abbina tinte diverse giocando con i bordi o le sottotende, osa qualche tocco di rosso per circondarti di calore e passione.

Se la stanza è troppo esposta alla luce, soprattutto nei mesi più caldi, potresti sentire il bisogno di oscurare e filtrare la luce: in questo caso potranno esserti di grande aiuto una tenda arricciata dai colori freddi come il verde scuro, il blu e il viola.

Bagno

Il bagno è di solito un ambiente che lascia ampio spazio ai gusti personali: è la stanza del “raccoglimento”, dove staccare la spina dal resto del mondo anche solo per qualche minuto. Non solo giusto, quindi, ma sacrosanto che tra queste pareti ci si possa sbizzarrire e “alzare il tiro” rispetto alle altre stanze, scegliendo la fantasia e il colore della tenda non solo in base agli accessori e al colore delle pareti ma anche al proprio gusto personale. Qualcuno sostiene che le idee migliori vengano in bagno, perché allora non optare per il blu, il colore della riflessione?

Nei bagni con arredamenti classici e tradizionali saranno perfetti tutti i tipi di tendine bianche, rosa e azzurre, magari con intarsi e ricami, così da accordarsi allo stile della stanza ed esaltare la luce proveniente dall’esterno, mentre in quelli più moderni saranno benvenute anche le tinte più accese come il verde brillante e l’arancione, perfette soprattutto per delle essenziali e praticissime tende a pacchetto.

Studio/ufficio

Sono più che convinta che qualche concessione all’eccentricità non potrebbe che portare beneficio a chi in ufficio è costretto a passare gran parte della propria giornata, ma di norma, aimé, questo ambiente reclama sobrietà. Quindi, a meno che il tuo non sia uno studio di design, lascerei perdere l’idea di attingere all’arcobaleno per addobbare le finestre ma allo stesso tempo eviterei anche le tinte scure, perché bloccano la luce e appesantiscono l’animo. Spazio invece al bianco, all’azzurro, al verde e in generale a tutte le sfumature chiare che donano profondità agli ambienti e fanno filtrare la luce, preziosissima per chi passa ore e ore chino su una scrivania.

Regola #2
Dillo coi colori

dillo con i colori delle tende

Per scegliere il colore delle tende senza fare danni è buona norma prendere un po‘ di dimestichezza con la psicologia dei colori. Il colore non agisce infatti solo sull’ambiente ma anche sulle persone, influenzandone l’umore e le emozioni. E prima di ritrovarsi circondati da piumoni, pareti e tende arancioni e magari lamentarsi perché si resta con gli occhi spalancati tutta la notte, meglio assorbire qualche nozione basilare in materia.

  • Il giallo emana luminosità, infonde serenità e stimola il lavoro intellettivo.
  • Il verde ha un effetto calmante ed  equilibrante, ma al contempo  stimola la comunicazione ed esalta la creatività.
  • Il blu rimanda una sensazione di pulizia e di protezione, stimola inoltre la riflessione, la profondità e la saggezza.
  • Il viola è miscela di rosso e blu, un colore caldo e uno freddo. Esprime lusso e prestigio, in Oriente è considerato il colore della spiritualità e del mistero.
  • II rosa è il colore della tenerezza e delle coccole.
  • Il rosso e l’arancione riscaldano l’ambiente e donano energia vitale.
  • I colori freddi, oltre a smorzare la luce, offrono una sensazione di fresco e pulito, mentre i colori caldi sono perfetti per donare luminosità e positività.

Regola #3
Scegli con la tua testa

colore giusto delle tende

Se c’è un consiglio universale che andrebbe applicato a ogni singolo aspetto della nostra vita è proprio questo. Ascolta quello che dicono gli altri, leggi articoli, sfoglia le riviste di interior design, scopri tutto quel che c’è da sapere sulla psicologia dei colori, sull’abbinamento tra colori delle tende e colori delle pareti, sul rapporto tra luce, tinte scure e tinte chiare. E una volta che finalmente hai scoperto il colore perfetto,  quello che soddisfa tutti i requisiti, quello che farne a meno sarebbe da pazzi… mettiti una mano sul cuore e chiediti: questo colore mi piace?

Perché se la risposta è no, ti aspetterà un’enorme delusione. Magari la tenda che hai scelto rimanderà la luce nelle giuste proporzioni e magari sì, la stanza sembrerà più grande, ma se quel colore non ti piace in quella stanza non ti sentirai mai a tuo agio e te ne terrai a distanza. E se casa tua non è un palazzo, questo potrebbe essere un problema piuttosto grande!

Perciò, prima di arrivare a odiare la stanza che tu stessa hai arredato con attenzione e amore, fatti un favore: scegli con la tua testa. Anzi, con il cuore!

Altrimenti tutti i consigli che leggerai, compresi quelli di questo articolo, finiranno per essere solo carta straccia.

 

Leggi anche Come scegliere il colore delle tende senza fare danni e se qualcosa ancora non è chiaro, se la scelta del colore e del tipo di tenda più adatta ancora ti mette in crisi… sappi che non sei l’unica 🙂
Contattami e troveremo insieme la soluzione perfetta per te!